Incontro con il Vescovo Antonio

1,2,3... vetta!

Significato della festa

Il cammino della Quaresima culmina nell’incontro dei ragazzi con il Vescovo nella Domenica delle Palme. È un momento che conclude in maniera gioiosa la Quaresima e introduce i ragazzi alla Settimana Santa e alla celebrazione della Pasqua. L’appuntamento con il Vescovo è l’occasione perché i ragazzi scoprano la grande realtà della Chiesa diocesana che, guidata dal vescovo, accoglie la presenza di Gesù risorto e lo segue.

Durante la festa, all’interno del cammino di riflessione che la Diocesi sta compiendo, viene sviluppato, a misura di ragazzi, il tema dell’iniziazione cristiana. I ragazzi, gli educatori e gli adulti scoprono la bellezza del dono della fede e comprendono che il cammino che li ha resi cristiani ha un tratto iniziale (l’iniziazione cristiana, appunto) e poi continua per tutta la vita. L’amicizia con Gesù è…

  1. un bel racconto;
  2. un bell’incontro;
  3. un bell’impegno.

L’amicizia con Gesù è una “vetta” meravigliosa, un cammino affascinante!

Da qui il titolo della festa: 1, 2, 3… VETTA!

La Festa delle Palme viene celebrata Domenica 1 aprile 2012 e si svolge in due tempi:

  • la prima parte è vissuta in parrocchia, partecipando alla celebrazione eucaristica e preparando i rami di ulivo, abbelliti da nastrini colorati e da messaggi di auguri per altri amici che i ragazzi incontrano alla festa;
  • la seconda parte si svolge a Padova, in Piazza delle Erbe. L’appuntamento è alle ore 15.00, per un momento di festa e per l’incontro con il vescovo. La festa terminerà alle ore 17.00 circa, in piazza Duomo.

Gli educatori invitino anche i genitori a vivere questo momento di incontro e di chiesa; in questi ultimi anni la loro presenza è stata sempre molto numerosa e questo dice l’importanza che l’ACR vuole dare alle famiglie e al tempo condiviso con loro nell’accompagnare la crescita dei ragazzi.

Materiale da preparare e portare

Gli ulivi con i nastrini

Come da tradizione, è previsto lo scambio del segno della festa e degli ulivi. Ogni gruppo prepari entrambi al meglio e con fantasia!

Ecco le indicazioni per zone dei colori dei nastrini e dei messaggi da attaccare ai ramoscelli d’olivo:

You need to upgrade your Flash Player

Il segno della festa: la montagna

È il segno che ben riassume il cammino che i ragazzi stanno compiendo durante l’anno e che può rappresentare l’iniziazione cristiana.

Il cammino di fede, prima di essere una vetta da scalare (sottolineando così anche la fatica, l’impegno dell’essere cristiani), è una bellissima montagna da scoprire.

Il segno della festa delle Palme vuol mettere in risalto in primo luogo la grandezza, la meraviglia del dono della fede, dell’amicizia con Gesù; sottolinea poi che il cammino è lungo e affascinante, richiede fatica, energia, ma dà anche grandi soddisfazioni; infine ricorda che i cristiani “scalano” insieme (la dimensione diocesana della festa) e hanno come guida sicura Gesù.

Come da tradizione, il segno viene scambiato tra i gruppi, perciò gli educatori abbiano cura di accompagnarlo con una presentazione del gruppo e dei componenti.

Ovviamente, spazio alla fantasia per la realizzazione del segno!

Le misure del segno possono variare a seconda della fantasia degli educatori: non si superi tuttavia la misura di m 1,70x1,30, altrimenti diventa difficile il trasporto e risulta ingombrante per le animazioni di piazza.

 

Contributo

Per venire incontro alle spese che la Festa delle Palme richiede (amplificazione, libretti, ecc.) viene chiesto a ragazzi, educatori e genitori un contributo molto ridotto, ma importante per far fronte, almeno in parte, alle spese necessarie.

Gli educatori di ogni parrocchia sono invitati a raccogliere, per ogni partecipante, una quota di €1,50 da consegnare alle segreterie all’arrivo in piazza delle Erbe.

Alla festa partecipano circa seimila persone: se ciascuno offre il proprio contributo, le spese si possono sostenere con meno difficoltà.

Un grande grazie va alla Diocesi e all’AC diocesana, che sostengono buona parte del costo della festa.

 

Pubblicità

Il manifesto allegato al Tackle è un piccolo strumento per dare ancor più visibilità e importanza alla festa e per coinvolgere altre persone della comunità parrocchiale.

 

Raccolta rifiuti

Le piazze sono fornite di numerosi cestini dei rifiuti. Gli educatori abbiano l’accortezza che vengano usati il più possibile!