Restiamo umani

"Sull'immigrazione si deve cambiare linguaggio e intervenire: salvare chi è in pericolo, ampliare i corridoi umanitari, aprire nuove vie di ingresso regolare". 

E' quanto scritto sull'Appello comune, scritto da cattolici ed evangelici e trasmesso dall'Ufficio nazionale per la comunicazione sociale della CEI, in occasione dell'appena trascorsa settimana di Preghiera per l'Unità dei cristiani. 

 

Lo pubblichiamo nel nostro sito associativo, come segno di Unità della Chiesa davanti ai drammi del nostro tempo. 

Titolo Dimensione
Restiamo_umani_appello 53.81 KB Scarica